MAXXIb

Architetti, Storia dell’ Architettura Moderna e Contemporanea, Sostenibilità e Attualità.

Il MAXXI è un Museo nazionale delle arti del XXI secolo, è un museo di arte contemporanea. E’ stato pensato come un luogo pluridisciplinare destinato alla sperimentazione e all’innovazione nel campo delle arti e dell’architettura. L’ idea di base è quella di un campus urbano, grazie alla quale la tradizionale nozione di edificio scardina i confini e si libera in una concezione più vasta, che occupa tanto lo spazio della città quanto quello interno, in cui prevala la funzione museale. L’articolazione della pianta, funzionale, suddivisa in aree con caratteri precisi, percorsi e zone polivalenti e mutabili e flessibili, prevede in pratica che i due musei, il MAXXI arte e MAXXI architettura , che ruotino intorno alla grande hall a tutta altezza grazie alla quale si accede agli altri servizi del museo.  Le complessità delle forme, il variare e il cambiare, l’intrecciarsi delle quote determinano una struttura spaziale di grande complessità. La trama rigata della copertura contiene una memoria degli shed dei vecchi capannoni preesistenti. Gli spazi all’aria aperta sono elemento progettuale predominante, incorniciati dai volumi in aggetto,ma in contrasto poi con la spazialità più sobria delle gallerie destinate a ospitare le collezioni dei due musei. Con differenti gradi di permeabilità, flessibilità e trasparenza, le diverse gallerie sono caratterizzate dal controllo delle condizioni ambientali e di luce. Architettura, Arte e spazi per eventi dal vivo convivono in una sequenza scenografica di suites caratterizzate da un uso modulato e zenitale della luce naturale. Il cantiere è stato luogo di sperimentazione costruttiva in cui le prestazioni strutturali sono state messe a dura prova e la resa estetica dei materiali protagonisti del progetto estremizzata e ricalcolata: il calcestruzzo, l’acciaio, il vetro hanno creato un connubio perfetto. E’ stata realizzata una centrale di betonaggio nell’ area di cantiere per la necessità di garantire la continuità di produzione di calcestruzzo e la qualità uguale e sempre costante della miscela. L’esigenza di tenere sotto controllo la resa estetica delle facciate in cemento faccia a vista, concepite da Zaha Hadid di colore chiaro, lisce e segnate delicatamente dai fori degli elementi di connessione delle due facce del cassero, ha portato all’impiego di casseformi con dimensioni non standard. Questo ha chiaramente contribuito alla sperimentazione avvenuta all’ interno del cantiere.

MAXXI Museo Arte Contemporanea Roma Zaha Hadidhttp://www.dwglab.com/wp-content/uploads/2013/05/MAXXIb.pnghttp://www.dwglab.com/wp-content/uploads/2013/05/MAXXIb-150x150.pngadminArchitettura _Problematiche Culturali e ConoscitiveArchitettureHeading Arch.Architettura Contemporanea,Roma,Zaha HadidArchitetti, Storia dell' Architettura Moderna e Contemporanea, Sostenibilità e Attualità. Il MAXXI è un Museo nazionale delle arti del XXI secolo, è un museo di arte contemporanea. E’ stato pensato come un luogo pluridisciplinare destinato alla sperimentazione e all’innovazione nel campo delle arti e dell’architettura. L’ idea di base è...Particolari dwg, architetture famose, blocchi cad